territorio sinalunga

Cosa Vedere a Sinalunga

Sinalunga è un antico borgo è diviso in due zone, Sinalunga Paese e Pieve di Sinalunga, rimaste perlopiù inalterate nel tempo e comode da visitare sia a piedi che bicicletta.
Il nome della cittadina deriva dal latino ab Sena longam, poiché Sinalunga era il luogo più distante da Siena nel territorio da questa controllato. Tra le cose da non perdere suggeriamo la Chiesa di Santa Maria delle Nevi in Piazza Garibaldi, contraddistinta da uno stile barocco dovuto ai restauri avvenuti nel Settecento. All’interno della Chiesa, sull’altare maggiore, c’è un dipinto su tavola che rappresenta la Madonna con il bambino ed è attribuito a Benvenuto di Giovanni. Sulla parte sinistra è collocato un piccolo bassorilievo che raffigura la Madonna con il bambino ed angeli e probabilmente appartiene alla scuola senese del quattrocento.

Altro punto di interesse è senz’altro il Palazzo Pretorio, costruito nel XIV secolo, in passato sede dell’autorità civile. Oggi è possibile vedere gli stemmi del Podestà dell’epoca relativa alla Repubblica di Siena e dell’epoca medicea. Un elemento che attrae la curiosità di molti turisti è costituito dalla parte destra del portale principale, dove c’è una gogna in cui i malviventi venivano legati e scherniti pubblicamente.

Spiacenti, nessun risultato trovato!

Il Teatro Ciro Pinsuti è ritenuto uno dei teatri più belli ed eleganti della Toscana meridionale ed offre una ricca stagione di spettacoli, proposte interessanti nel caso in cui vogliate fermarvi la sera in questo borgo.

Infine, una visita a Rigomagno è d’obbligo, fondata sul Colle degli Ulivi, sede di un castello fortificato e borgo divenuto celebre per l’olio di oliva di eccellente qualità, che qui potrete acquistare per avere un saporito souvenir toscano.

Cosa Fare a Sinalunga

Per tutti gli amanti della natura Sinalunga propone percorsi comodi intrecciati nel verde, da svolgere sia a piedi sia in bicicletta, che donano allo sguardo del viaggiatore spettacoli unici. Mentre siete in giro non dimenticatevi di fermarvi in una delle tante botteghe artigianali o dei tanti locali di cucina tipica per vivere i sapori autentici di questa terra. Sinalunga infatti, oltre che per le proposte artistiche e culturali, è anche famosa per essere il luogo originario della carne Chianina. Nelle trattorie e nelle fattorie storiche è infatti possibile assaporare i prodotti e i sapori di un tempo, soprattutto in riferimento ai salumi di Cinta senese, ma anche il famosissimo Aglione della Valdichiana.

Spiacenti, nessun risultato trovato!

Bettolle, una delle pittoresche frazioni di Sinalunga, ha origini antichissime, quasi certamente Etrusche, in quanto nella zona sono stati rinvenuti numerosi reperti archeologici. Se volete fare un piccolo tour di Bettolle non potete perdervi di certo la Chiesa di San Cristoforo, dove al suo interno è possibile ammirare la Cappella del Crocifisso, decorata da un gruppo di 12 formelle realizzate dallo scultore Nando Canuti (autore tra l’altro del Presepe di Greccia) a rappresentanza dei “Fioretti di San Francesco”.